RETRÒGUSTO (fragola)

 

RETRÒGUSTO (fragola)
Opera interattiva (istallazione + performance)

Retrògusto (fragola) è un percorso sensoriale composto da stimoli percettivi. La sinergia dei sensi cullata dalla vista di una attraente fragola e dall’ascolto di una suggestiva storia antica viene lentamente spezzata da elementi olfattivi e tattili innaturali e artificiali. Retrògusto (fragola) pone lo spettatore in una situazione di ambiguità nella quale deve compiere una scelta. Una scelta semplice, come quella di decidere se bere l’acqua che scorre da una fontana sconosciuta o se ordinare una portata di pesce in un ristorante ignoto. Retrògusto (fragola) induce ad una riflessione generale sulle nostre perdute “abilità gustative”.

STRUTTURA DELL’OPERA
L’opera è composta da: 1) Un’istallazione interattiva automatizzata che permette al visitatore di interagire con un video che ha come protagonista una fragola. Lo spettatore può modificare il “pitch” vocale del video con un semplice movimento della mano. L’istallazione è aperta a tutto il pubblico. 2) Una performance interattiva condotta da un attore all’interno di un box. L’attore, inizialmente posizionato nell’area dell’istallazione, invita i visitatori interessati ad entrare nel box. La performance è per uno spettatore alla volta e dura circa 5 min.

CONCEPT DELL’OPERA
I contenuti dell’opera sono stati creati grazie a studi di psicologia della percezione e dei consumi, a recenti tecniche di analisi sensoriale, ad approfondimenti antropologici sulla fiaba (in particolare Hänsel e Gretel dei Fratelli Grimm). La struttura dell’opera è innovativa: vengono utilizzati sistemi di interazione digitale (Interactive Media Art) e si basa su studi relativi alla realizzazione di opere d’arte ibride tra teatro d’innovazione e arte contemporanea.

PDF Design Progetto e Scheda Tecnica >> | PDF Presentazione >> | Foto >> | Video >>

Credits

Concept: Chiara Vallini e Vanessa Vozzo

Performer: Chiara Vallini

Media design: Vanessa Vozzo

Musiche e sound design: Fabio Viana

Voci narranti: Raffaella Tomellini e Chiara Vallini

Produzione: Officine Sintetiche Production & NEO-Teatro e Arti Performative